Rivoluzione Green: L’Europa considera di togliere l’IVA dalle auto elettriche

Aggiornato il: giu 17

SINTESI E TRADUZIONE DI LUCA SCAVONE, DA UN ARTICOLO DI FRED LAMBERT


Mentre negli Stati Uniti i democratici hanno cercato di includere veicoli elettrici ed energie rinnovabili tra i pacchetti di ripresa economica post Covid-19, ma non hanno avuto molto successo, in Europa ci sono sforzi simili che sembrano essere più propensi a poter essere approvati. L’Unione europea sta infatti pensando di aiutare le case automobilistiche con un pacchetto di incentivi che aumenterebbe le vendite di veicoli elettrici, lasciando indietro i veicoli diesel e benzina.


Bloomberg ha così riferito nei giorni scorsi:

“L'iniziativa potrebbe assumere varie forme, compresa una potenziale esenzione IVA a livello UE per le auto elettriche.”

Il Ministro italiano dell’Ambiente Sergio Costa, in una intervista rilasciata qualche giorno fa al Corriere della Sera ha dichiarato:

"A chi vuol cambiare una macchina a motore termico da Euro 0 a Euro 5, invece di dare 5.000 euro come adesso se ne possono dare 15.000".

Il piano rispecchia anche i precedenti commenti di Bruno Le Maire, ministro francese dell'Economia e delle Finanze, quando parla di aiutare le case automobilistiche in difficoltà a causa della pandemia: "Siamo pronti a sostenere la domanda di veicoli, ma sarà il supporto per veicoli puliti che emettono meno CO2, in particolare i veicoli elettrici".


La Francia e l’Italia hanno già incentivi per le vendite di veicoli elettrici ma i due ministri non hanno spiegato quando e come nuovi incentivi potrebbero essere attivati. L'Unione europea ha anche messo in atto obiettivi per ridurre le emissioni nelle vendite di nuovi veicoli a diesel e benzina.

Le case automobilistiche devono infatti produrre e vendere una buona percentuale di auto elettriche al fine di rispettare gli standard governativi o saranno soggette a multe.


Alcune case automobilistiche hanno ammesso di non essere pronte a consegnare un numero sufficiente di veicoli elettrici per soddisfare i nuovi requisiti dell'UE.

Fiat-Chrysler ha deciso di correre subito ai ripari stringendo un accordo con Tesla per riunire le proprie vendite in Europa, affinché la prima possa adeguarsi agli standard richiesti.

leggi articolo originale

Ambito si impegna a contribuire nella strada verso la rivoluzione Green. Nella speranza che l’Europa dopo questa tragica esperienza del Covid-19 possa fare da apripista al mondo intero per il passaggio definitivo alle auto elettriche ed energie rinnovabili, dovremmo fare tesoro della nostra propensione alle rinnovabili rispetto ad altri paesi come gli Stati Uniti, dove la questione ambientalista ha assunto delle vie eccessivamente politicizzate dettate anche dai pressing delle società petrolifere.


14 visualizzazioni
 
  • Facebook
  • Instagram

©2020, created by āmbīto